Una recensione del Notebook Portatile HP ZBook Workstation, Intel Core i7-4600M

Una recensione del Notebook Portatile HP ZBook Workstation, Intel Core i7-4600M

 (365)    (0)    0

Quest’oggi vi parleremo di una workstation HP ZBook, un portatile che trascende le categorie di laptop e ultrabook e che si attesta tre le workstation ottimali per gli utenti che lavorano sempre in movimento.

Un laptop disegnato per creativi, progettisti e sviluppatori, soprattutto in ambito grafico e tecnico, o per chiunque utilizzi software di un certo peso, questa workstation è tra i top di gamma HP.

Ma passiamo subito a descrivere questo notebook HP che si attesta ad essere sicuramente tra le workstation ‘definitive’ di ogni professionista.

Telaio di magnesio e superfici in alluminio spazzolato, dall’aspetto solido e non solo, anche in sostanza rimane un notebook resistente e duro agli urti e ai danni accidentali. Il raffreddamento dei componenti grazie al suo speciale telaio e alle superfici in alluminio è assicurato e costante.

Processore Intel Core i7 4600M da 2.9GHz: espandibile sino a 3.6GHz grazie alla tecnologia Intel Turbo Boost, e con una prestante cache da 4MB, è senz’altro un processore dedito alla velocità elaborativa e alle complesse sequenze di calcolo massive e di larga scala, sicuramente tra i più veloci e potenti mai realizzati.

È compreso inoltre di RAM da 8GB DDR3 SDRAM, con possibilità di espansione sino a 16GB.

Con una potentissima scheda grafica NVIDIA Quadro K1100M da una frequenza dinamica di 705 MHz - 2800 MHz, creata appositamente per lavori 3D o per software del calibro di AutoCAD o anche per rendering fotorealistici ed editing video professionale, resta uno strumento ideale, altamente performante e specifico per chi impiega il proprio pc in lavori del genere: come ad esempio l’architettura, l’ingegneria o anche il grafico che voglia una scheda eccellente e prettamente specifica.

Ovviamente il display non poteva non essere un Full HD (1920 x 1080 pixel) da 15” con pannello IPS antiriflesso e retroilluminazione a LED.

Passiamo infine alla connettività e all’espansione: questo ultrabook è fornito di Bluetooth, WiFi, 3 USB 3.0, 1 USB 2.0, 1 VGA, 1 DisplayPort, 1 Ethernet LAN (RJ-45), Jack combinato per microfono/auricolare, connettore Docking Station e Jack DC-in.

Come si può ben capire in questa piccola recensione l’HP ZBook è un laptop ideato espressamente per lavoro e per un ambito tecnico/scientifico, un computer utilizzato in ambienti come la NASA dove hanno bisogno di strumenti altamente precisi e performanti, nonché estremamente veloci, ma anche di apparecchiature solide e robuste, difficilmente danneggiabili e con bassissime probabilità di guasto.

Sicuramente, con una tale attrezzatura non può essere il portatile più leggero e sottile del mondo… ma appunto per un hardware del genere c’è bisogno di sostegno “fisico” e anche della corretta protezione della scocca degli elementi.

Consigliamo da subito di fare l’upgrade al sistema operativo Windows 10 e di espandere la workstation con l’inserimento di un secondo Hard Disk in formato SSD da 128GB o 512GB, dove poter installare l’OS e i principali programmi in uso, per fare in modo che questi si avviino pressoché all’istante. 

Detto questo vi rimandiamo come sempre alla pagina dedicata del nostro shop, dove potete acquistare e scegliere la configurazione ideale per il vostro HP ZBook Workstation.

 (365)    (0)    0

Il tuo commento è stato inviato con successo. Grazie per il commento!
Lascia un commento
Captcha