CARTA DEL DOCENTE - CONTATTACI PER USUFRUIRE DEL BUONO

Che cos'è la Carta del docente?

La Carta del docente è un'iniziativa del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca prevista dalla legge 107 del 13 luglio 2015 (Buona Scuola), art. 1 comma 121, che istituisce la Carta elettronica per l'aggiornamento e la formazione dei docenti di ruolo delle istituzioni scolastiche.

La Carta, del valore nominale di 500 EUR annui per ciascun anno scolastico, è assegnata ai docenti di ruolo a tempo indeterminato delle Istituzioni scolastiche statali, sia a tempo pieno che a tempo parziale, compresi i docenti che sono in periodo di formazione e prova, i docenti dichiarati inidonei per motivi di salute di cui all'art. 514 del Dlgs.16/04/94, n.297, e successive modificazioni, i docenti in posizione di comando, distacco, fuori ruolo o altrimenti utilizzati, i docenti nelle scuole all'estero, delle scuole militari. L'identità dei docenti è verificata attraverso il Sistema pubblico per la gestione dell'identità digitale di cittadini e imprese, di seguito denominato «SPID». Per poter utilizzare la Carta, il docente dovrà dotarsi del proprio SPID e autenticarsi sul sito cartadeldocente.istruzione.it. Per l’anno scolastico 2016/2017, la registrazione dei docenti al suddetto sito è consentita a partire dal 30 novembre 2016. A partire dall’anno scolastico 2017/2018, la registrazione di nuovi soggetti beneficiari sull’applicazione web dedicata è consentita dal 1° settembre al 30 ottobre di ciascun anno come previsto dalle Domande frequenti docenti disponibili sul sito cartadeldocente.istruzione.it. 

Non hai ancora richiesto il bonus docenti 2017/2018?

Per conoscere nel dettaglio i requisiti necessari per beneficiare dell’iniziativa e le indicazioni operative, puoi visitare il sito ufficiale della Carta del Docente. Scoprirai anche come creare il tuo primo buono e come richiedere, se non la possiedi già, la tua identità digitale (SPID), necessaria per effettuare gli acquisti.

Riguardo all’acquisto di hardware e software c’è stata molta confusione, perché le apparecchiature tecnologiche sono molteplici. Sempre in una FAQ, con riferimento agli hardware, il Miur ha precisato che rientrano nella categoria degli strumenti informatici che sostengono la formazione continua dei docenti:

personal computer

computer portatili o notebook

computer palmari

e-book reader

tablet.

Straordinariamente non sono invece ammessi gli smartphone, i quali, secondo il Miur, hanno come principale finalità le comunicazioni elettroniche e non sono pertanto da considerarsi prevalentemente funzionali ai fini promossi dalla Carta del Docente (anche se ormai sono assimilabili in tutto e per tutto al tablet).

Non rientrano neppure le componenti parziali dei dispositivi elettronici, come:

toner

cartucce

stampanti

pennette USB

videocamere

fotocamere

videoproiettori.

È invece possibile utilizzare il bonus per acquistare le componenti hardware necessarie ad assemblare un PC completo.

In merito ai software acquistabili, sono ammessi tutti i programmi e le applicazioni (disponibili in formato elettronico, disponibili in cloud, scaricabili online o incorporati in supporti quali memorie esterne, CD, DVD, Blue Ray), destinati alle specifiche esigenze formative di un docente, come ad esempio programmi che permettono di consultare enciclopedie, vocabolari, repertori culturali o di progettare modelli matematici o di realizzare disegni tecnici, di videoscrittura, di editing e di calcolo (strumenti di office automation).